domenica 31 agosto 2008

Raccontatelo ai nipoti



Nell'ultima partita di pesce che mi è arrivata c'erano 3 astici per un peso complessivo di 18 chili. L'ultimo l'ho cucinato ieri: 5 chili e 4. Prima di cucinarlo l'ho portato in tavola per far vedere che era ancora vivo. Chi aveva una macchina fotografica a portata di mano non ha resistito a immortalarlo: era più grande di una lepre, di un gatto sovrappeso, per pareggiarlo ci volevano quattro ananassi o sei meloni cantalupi. In 6 hanno fatto fatica a spolparlo. Vi faccio vedere solo una chela. Così, giusto per farvi un'idea...
P.S. Oggi ha pranzato da me Arrigo Levi. Gran soddisfazione vederlo mangiare con gusto i miei crudi di mare, la mia amatriciana, le mie linguine ai crostacei. " Sempre stato contrario alle dittature - mi ha sussurrato al momento del conto - Con lei Nazzareno però, lietissimo di fare un'eccezione

2 commenti:

Fabrizio ha detto...

avevo letto di Lei da Cairoli.
Sul Moleskine ho scritto Tagliacozzo.
Oggi leggo le Sue vive parole.
Tagliacozzo sottolineato, doppiamente sottolineato.
Prima o poi.

nazzareno ricci ha detto...

Ti aspetto con piacere. Tu dimmi solo: carne o pesce. E ti faccio sognare.